Si fa presto a definire un'attività montessoriana o un gioco montessori, ma abbiamo scoperto, nel corso degli anni, che non tutti conoscono a fondo il significato che c'è dietro a questo aggettivo e tutto quello che implica. C'è molta confusione e franintendimento.

Facciamo un minimo di chiarezza e gettiamo le basi per un eventuale approfondimento.

Il metodo educativo, che prende il nome dalla sua fondatrice Maria Montessori, si basa sul principio di individualità del bambino, sulla sua indipendenza e autonomia.
 Fin qui, tutto bene.

Ma come si fa a determinare se un giocattolo è montessori oppure no?
 Come si fa, poi, a far utilizzare dal bambino quello stesso gioco nella modalità più corretta e più in sintonia con il metodo stesso?

Se il gioco permette libertà di azione e di scelta al bambino, soprattutto se permette libero sfogo alla sua creatività, senza costrizioni, pur mantenendo l'attività in un ambiente circoscritto e sicuro, allora questa è una buona base per definire un gioco montessori.
 Ma non basta.

Il metodo montessori si basa innanzitutto nella preparazione di un ambiente adatto al bambino, con materiali opportunamente scelti, in modo tale che in quell'ambiente il bambino sia libero di muoversi, di toccare, di agire, di fare, di sperimentare.
 In quell'ambiente non ci sono "no", perchè tutto quello che può fare il bambino, è sicuramente ben fatto. Non ci sono pericoli, non ci sono cose non adatte a lui.
 E se un gioco permette questo, allora è fatto in principio montessoriano.

Un gioco è in stile montessori se favorisce la manipolazione, la concentrazione, il movimento, il coordinamento.

Un gioco è poi montessori se si ispira a lavori di vita quotidiana, ad azioni che poi fanno scaturire un qualcosa di "utile" e di concreto.
 Non è un semplice "far finta", ma è proprio un gioco che porta ad un manufatto e ad un risultato vero.

Questi sono quindi i principi a cui ci siamo ispirati per realizzare i nostri giochi: il bambino è libero di usare i materiali a disposizione in tutta sicurezza ed autonomia, diventa capace di realizzare un piccolo gioco con le sue mani, manipola materiali sicuri e naturali, osserva, interagisce, crea e riflette.

Il ruolo dell’educatore (insegnante o genitore) nella pedagogia Montessori è molto importante:

• deve spiegare come svolgere correttamente una attività facendola vedere al bambino;
• non deve interrompere un bambino che al massimo della concentrazione sta usando un materiale di apprendimento: sta sperimentando la concentrazione;
• deve lasciare libera scelta al bambino di prendere i materiali che in quel momento lo attraggono maggiormente, per questo è importante che l’ambiente sia ordinato, con le scatole del materiale ben riconoscibili e isolate le une dalle altre in modo che il bambino possa vedere e scegliere;
• non deve obbligare il bambino a considerare uno specifico materiale, se il bambino lo ignora non è nella fase adatta a quella attività;
• propone attività mirate a un solo concetto per volta per non confondere il bambino;
• deve utilizzare il coinvolgimento dei bambini nelle attività quotidiane (cura della casa, cucina dei pasti, cura degli abiti) come stimolo per imparare a fare da solo;
• deve lasciare libertà di esplorare non solo tra i materiali montessoriani: liberi di scoprire da soli il prato con una lente di ingrandimento, liberi di passare due ore a guardare le formiche o qualunque cosa lo interessi, perché è sempre una esperienza in cui sta accumulando informazioni, curiosità e costruisce un vissuto personale che riporterà alla luce in altre occasioni.
L’educazione è un processo naturale effettuato dal bambino, e non è acquisita attraverso l’ascolto di parole, ma attraverso le esperienze del bambino nell’ambiente.” (Maria Montessori)

Aiutami a fare da solo

Mai affermazione è più efficace per spiegare il vero principio che sta dietro ad un gioco montessori: il nostro successo come genitori e come creatori di giocattoli arriva quando vediamo che un bimbo raggiunge il suo obiettivo, ne è fiero e vuole andare avanti.

Se sei curioso di conoscere e sperimentare i nostri giocattoli creativi ispirati al metodo Montessori guarda QUI .